Manifesto

La linea del Festival

Cineasti,

a voi che troppe volte siete stati delusi e traditi dal miraggio dei festival, a voi che troppe volte avete viste maltrattate le vostre opere dall’indifferenza, dalla superficialità, dall’incompetenza di chi aveva il compito di giudicarle, a voi che troppe volte siete stati privati di quello che è il principale diritto di un artista:il confronto col pubblico, il suo sacro giudizio, la sua schietta critica, a voi domandiamo:

Non siete stanchi di tutto questo?

Non ne avete abbastanza dell’artificiosa ufficialità di cui queste manifestazioni si rivestono, spogliandone l’escluso e relegandolo all’amatorialità? Qui si vuole creare un movimento in grado di cambiare le regole di questo gioco. Qui si vuole tessere una rete di cineasti attivi e appassionati, attraverso un’esposizione indipendente da meccanismi lobbistici e da individualismi ingiustificati che vi mettono gli uni contro gli altri.

Siete convinti di aver realizzato un’opera che meriti di essere proiettata in un cinema?
Desiderate sottoporla alla critica costruttiva di vostri pari, mossi come voi dalla pura, disinteressata, passione per il cinema? Non saremo noi a selezionarvi. Siate giuria voi stessi. Partecipate al Festival del Cinema Veramente Indipendente.

F.A.Q.

Perché un Festival del Cinema Veramente Indipendente?

Per dare una possibilità a tutti i filmaker che vogliano dimostrare le proprie capacità artistiche. Nessuno escluso.
Il filmaker autoprodotto può ricorrere oggi allo strumento più rivoluzionario dei tempi moderni: YouTube. Tuttavia, per riuscire a procurarsi una visibilità che scavalchi la sola cerchia di amicizie, deve sapersi promuovere e avere comunque molta fortuna. Ma capacità di promuoversi e fortuna non fanno il talento cinematografico. Siamo convinti che vi siano troppi casi in cui quest’ultimo è sepolto dalla mancanza delle prime due.

Perché Veramente Indipendente?

Nella definizione di cinema indipendente, il termine indipendente sta per senza l’intervento di grandi case di produzione. Noi riteniamo che per essere veramente indipendente, un’opera cinematografica debba continuare a esserlo anche dopo la sua realizzazione. Esistono molti festival del cinema indipendente. Il CVI Festival è il primo a esserlo Veramente: da selezioni, da giurie, da finti premi, da logiche di mercato.

Basta selezioni: per rendere la partecipazione non più una speranza, ma una certezza.

Basta giurie: perché non esiste giuria più competente del pubblico stesso, a lui il compito di giudicare le opere proiettate, di decretarne il successo o il fallimento a seguire.

Basta finti premi: la vera vittoria è la reale visibilità di fronte a un pubblico d’eccellenza: produttori, distributori, altri filmakers, e stampa di settore.

Intendiamo spronare i cineasti a mettersi in gioco esponendo le proprie opere in un ambiente il più possibile dinamico, aperto, critico.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi